"Blue zone store": cosa mangiano i centenari nelle 5 zone speciali del pianeta? Ora lo scopri e assaggi

La chef Maria Carta, già al timone del ristorante Is Femminas, apre una bottega e uno street food dedicati alla zona blu sarda. A cui si aggiungeranno le altre 4 nel mondo

La chef Maria Carta. A destra, ultracentenari in piena forma, questione anche di cibo (Foto da Fb e Shutterstock)
La chef Maria Carta. A destra, ultracentenari in piena forma, questione anche di cibo (Foto da Fb e Shutterstock)
TiscaliNews

Le Blue Zone, uno dei più affascinanti obiettivi di ricerca attorno a cui si muove l'umanità, dopo aver scoperto che esistono cinque luoghi del pianeta in cui si vive fino e oltre ai 100 anni, e lo si fa in eccellenti condizioni fisiche e mentali in rapporto all'età. Ne abbiamo scritto qui e approfondito ulteriormente qui l'argomento con la richiesta di inserire una sesta zona blu a partire dai dati campionati nel Sud Italia. Se gli studi sulla longevità straordinaria accomunano cinque posti anche molto lontani geograficamente fra loro, e mettono in evidenza un modello di vita fatto di diversi indicatori, è anche vero che l'alimentazione è al centro di quel modello. Ora è possibile conoscere da vicino, scegliere e comprare il cibo degli ultracentenari.

Le cinque "zone blu" del pianeta: immagini

Cosa c'è nel "Blue Zone Store"

L'idea di aprire un market con i prodotti della "zona blu" sarda è della chef Maria Carta, già fondatrice e proprietaria di Is Femminas, ristorante gourmet che si trova nella via Napoli a Cagliari, già premiato con la doppia forchetta nella guida Gambero Rosso. Al ristorante ora si unisce la possibilitò di acquistare i prodotti che fanno parte della zona degli ultracentenari nell'isola, come prosciutti, formaggi, pane tipico, polpette di pecora e i culurgiones fritti ogliastrini., come pure legumi, miele, viono, carni allevate allo stato brado, birre a chilometro zero con lavorazioni particolari (come quella alla pompìa). Non soltanto ristorazione di alto profilo, ma anche street food ultracentenario e bottega dove acquistarlo, oltre a poterlo consumare. Maria Carta è di Seulo, nella subregione della Barbagia-Sarcidano, contigua a quella dell'Ogliastra, sua nonna ha 96 anni e lo zio agricoltore e apicultore ne ha 100. 

L'apertura verso le altre zone blu

Come già avevamo scritto qui, oltre all'Ogliastra, le altre zone blu del pianeta comprendono Okinawa in Giappone, Nicoya in Costa Rica, Ikaria in Grecia e Loma Linda in California. L'obiettivo della chef Carta è includere anche i prodotti tipici di queste zone e unirli a quelli sardi, in una versione molto speciale della cucina fusion.

Dove vivono e cosa mangiano gli ultracentenari del pianeta (Shutterstock)