Afrodisiache e golose: è' il mese delle fragole, il "falso frutto" che contiene le lacrime di Venere

Questo periodo dell'anno è associato alla rosse dolci per eccellenza. Molti i loro usi, dalla cucina alla cosmetica fino al "turbo" per l'amore

L'amore per le fragole, e le fragole dell'amore (Foto Shutterstock)
L'amore per le fragole, e le fragole dell'amore (Foto Shutterstock)

Quando si parla di maggio inevitabilmente si pensa alle rosse, succose e profumatissime fragole. La fragola è un falso frutto: quelli veri e propri sarebbero i semini gialli che si trovano sulla superficie. Apprezzate moltissimo già ai tempi dei Romani (si narra siano nate dalle lacrime di Venere dopo la morte di Adone) erano ovviamente destinate ai ricchi, in particolare agli imperatori e, come ricompensa ai gladiatori e si usavano già per curare la depressione e i calcoli renali.

Tutti i tipi di fragole e le loro proprietà

Anche se la fragola più comune ed apprezzata rimane quella rossa, sappiate che ne esistono diverse tipologie come quella verde, molto apprezzata in alta gastronomia in abbinamento a pietanze salate. Le fragole sono un vero e proprio concentrato di vitamina C (ne hanno di più delle arance) e sono anche ricche di antiossidanti e fibre; inoltre essendo composte di acqua al 90% lo idratano senza appesantirlo.

Un "turbo" per l'amore

Da sempre considerate, come il cioccolato e le ostriche, uno dei cibi afrodisiaci per eccellenza sono ottime abbinate allo champagne o ad una fonduta di cioccolato per animare una serata romantica. In Francia la tradizione vuole che gli sposi le mangino come colazione insieme il giorno dopo il matrimonio.

Come le rose

Per curiosità vi rendo noto che le fragole e le rose appartengono alla stessa famiglia delle rosacee ed è per questo che, in tutte e due i casi, il profumo dolcissimo è una delle caratteristiche in comune. Non solo in cucina, ma anche ottime alleate per la bellezza, contro le scottature solari, o, sotto forma di maschere e impacchi, per prevenire le rughe, o per le pelli grassi. Lo sapevi che esiste in Belgio il Museè de la Fraise, dove si può acquistare a tema tutto quello che si può immaginare, come l’insolita birra?

Allora pronto a farne indigestione? Ti consiglio di non pensarle solo abbinate al cioccolato o alla panna ma come ingrediente principale di un ottimo risotto impreziosito da petali di rose.