Le regole del barbecue perfetto: come insaporire la grigliata ed evitare di rovinarla

Dalla marinatura alla scelta delle materie prime di qualità, dalla scelta del contorno al dolce realizzato con frutta cotta zuccherata. I consigli da non perdere

Prima arriva il profumo e poi il sapore: il 'rito' del barbecue
Prima arriva il profumo e poi il sapore: il "rito" del barbecue

È finalmente arrivata la bella stagione e quindi i pranzi all'aperto; purtroppo il momento non è dei migliori ma (zone "colorate" e Dpcm permettendo) perché non dedicarsi ad una bella grigliata? Secondo un'indagine, una famiglia su tre ama grigliare all'aperto appena arriva la primavera. Per voi che amate questo tipo di cottura sappiate che esiste persino una bibbia sul barbecue (Barbecue Bible) scritta da chi ha viaggiato in più di 50 paesi alla ricerca del barbecue perfetto.

Qualche piccola accortezza per stupire i vostri commensali

Scontato ma non banale, il consiglio di ricorrere a materie prime di grande qualità, meglio se made in Italy. I tagli di carne bovine italiane più usati sono: chianina, podalica e maremmana perfetti per essere arrostiti alla griglia. Prima di iniziare però assicuratevi di posizionarvi in un luogo sicuro da evitare il rischio di incendio. Attrezzatevi di tutto punto con guanti, pinze, graticole, pennello e carbonella di qualità non usando legni troppo resinosi che possono rovinare il sapore del cibo. Non lasciatelo mai incustodito e soprattutto ricordatevi che la carne va posizionata quando le fiamme saranno sparite.

Sole, natura, amici e grill in relax: cosa desiderare di più?

Le cose da fare e quelle da evitare

Preferibile la marinatura per rendere più gustosa la carne; la ricetta ideale è della Carolina che vuole il dressing prefetto con aceto, pepe nero, peperoncino zucchero di canna e sale. È buona norma non rigirare continuamente la carne evitando così di punzecchiarla continuamente e rovinarla. La carne cotta va fatta poi riposare su un tagliere per un po' di tempo prima del taglio. Verdure grigliate, tofu, pane per bruschette, formaggi stagionati e pannocchie diventano non solo un contorno ma anche un pranzo ideale per gli amici vegetariani, da finirsi con frutta grigliata e spolverizzata di zucchero a velo accompagnati da un ottimo gelato. L'importante è godersi la giornata all'aperto mangiando cibo di qualità e godendosi la compagnia.

Le ricette visual di Lucia Arlandini