Tiscali.it
SEGUICI

Fra Bastianich e Franco di MasterChef riapre Vinitaly: gli appuntamenti e tutti i nomi di questa edizione

Dal 31 marzo al 5 aprile si torna nel "Paese delle meraviglie" del vino. Con degustazioni, dibattiti, letture, incontri e spettacolari show

Vittorio Ferladi Vittorio Ferla   
Da sinistra: Joe Bastianich, il benvenuto di Vinitaly e Edoardo Franco, ultimo vincitore del cooking talent (Montaggio da Shutterstock e Instagram)
Da sinistra: Joe Bastianich, il benvenuto di Vinitaly e Edoardo Franco, ultimo vincitore del cooking talent (Montaggio da Shutterstock e Instagram)

Business, internazionalizzazione e posizionamento. Sono le tre direttrici del 55° Vinitaly pronto a diventare, dal 2 al 5 aprile, la più grande ambasciata del vino, con oltre 4mila aziende da tutta Italia e da più di 30 nazioni, e un contingente record che supera i 1000 top buyer (+43% sul 2022) da 68 Paesi selezionati, invitati e ospitati da Veronafiere in collaborazione con Ice Agenzia.

Evento triplicato

In contemporanea, sugli oltre 100mila mq netti di superficie espositiva tra padiglioni fissi e tensostrutture al completo, anche gli altri due saloni professionali - Enolitech con Vinitaly Design e Sol&Agrifood con B/Open e Xcellent Beers - che portano il totale espositivo in quartiere a più di 4.400 aziende.

Confermate le principali aree tematiche: Vinitaly Bio; International wine hall; Vinitaly Mixology; Micro Mega Wines a cura del wine writer Ian D’agata con focus sulle produzioni di nicchia e a tiratura limitata; Taste and Buy, il matching con operatori selezionati dalla rete fieristica in collaborazione con i Consorzi di tutela; Tasting Express con le più importanti riviste internazionali di settore.

Foto V. F.

Nel Paese delle meraviglie "eno"

Oltre 80 le degustazioni previste ad oggi dal calendario ufficiale della manifestazione (in aggiornamento su vinitaly.com), a partire dai Grand Tasting di Vinitaly nelle quattro giornate di manifestazione fino al walk around tasting dei Tre Bicchieri 2023 del Gambero Rosso (domenica 2 aprile) e dell’Orange Wine Festival (3 aprile) che vede la presenza di aziende top da 10 paesi, oltre al Vinitaly Tasting - The DoctorWine Selection a cura di Daniele Cernilli (2-5 aprile), ideato per i buyer e gli operatori dell’horeca e ai focus di Young to Young, ossia le tre sessioni di degustazione con dieci giovani produttori firmate da Paolo Massobrio e Marco Gatti.

Lo spazio per i "winelover"

Fondamentale caratteristica delle ultime edizioni è la distinzione tra operatori in fiera e winelover in città. A questi ultimi è dedicato Vinitaly and the city, il fuori salone tra mostre, eventi, degustazioni e wine talk nei luoghi più rappresentativi della città Patrimonio Unesco: Piazza dei Signori, Cortile Mercato Vecchio e Cortile del Tribunale. In programma dal 31 marzo al 3 aprile, Vinitaly and the city è organizzato da Veronafiere in collaborazione di Comune di Verona, Provincia di Verona e Fondazione Cariverona. Nel triangolo tra Piazza dei Signori (Loggia di Fra Giocondo, Loggia Antica, Torre dei Lamberti), Cortile Mercato Vecchio e Cortile del Tribunale si concentrerà la gran parte degli eventi e le lounge per i tasting.

Taglio del nastro

Ad aprire il palinsesto di Vinitaly and the City il 31 marzo sarà Lives – L’Incredibile vita di Maurizio Cattelan raccontata in parole e musica” organizzato per il fuori salone da ArtVerona, la fiera d’arte moderna e contemporanea che il prossimo ottobre taglierà il traguardo della 18^ edizione. Una narrazione immersiva per scoprire l’iperbolica vita dell’artista italiano tra i più noti e quotati al mondo, tradotta in parole da Nicolas Ballario, esperto di arte contemporanea, volto di Sky Arte e voce di Radio Rai e messa in musica da Rodrigo D’Erasmo, polistrumentista, compositore e membro degli Afterhours e da Giulio Favero (ore 21.00, Loggia di Fra Giocondo, Piazza dei Signori).

L'omaggio a Dante Alighieri

All’ombra di Dante, protagonista anche della mostra Disposti a salire alle stelle - Il Purgatorio cantica del perdono curata da Franco Nembrini che sarà presentata il 1°aprile (dalle 15.00 alle 16.00), nella Loggia di Fra Giocondo si trova il cuore di Vinitaly and the City, la grande Enoteca di Vivite – Alleanza delle Cooperative, dove sarà possibile degustare varietà da tutta Italia prima di avventurarsi nella Mixology, nella Loggia Antica, con le proposte di Bartenders Group Italia, Nespresso, Molinari, Italian Wine Brands, The Organics by Red Bull, Consorzio dell'Asti Spumante e del Moscato d'Asti Docg, Campari e Acqua delle Stelle by Pernigo. La Lounge di Banca Passadore & C. - official partner della rassegna - illuminerà le architetture della Corte della Signoria degli Scaligeri, mentre il Consorzio Tutela Lugana Doc porterà l’asticella dei brindisi a quota 84 metri, nella terrazza panoramica della Torre dei Lamberti.

I dibattiti

La geografia enologica made in Italy si ridisegna invece nel Cortile Mercato Vecchio, ospite per l’occasione di ambasciate dal Lago di Garda, con il Consorzio di Tutela Chiaretto e Bardolino, alla provincia di Treviso, con Consorzio Vini Asolo Montello, fino alla punta dello stivale con la Regione Calabria. Qui si terranno anche i Wine Talk di Vinitaly and the City condotti dall’enologa e wine writer Sissi Baratella, uno spazio di dibattito e confronto tra pubblico e produttori. Nel Cortile del Tribunale sarà possibile incrociare la guida Vini d’Italia 2023 del Gambero Rosso e la Regione Lazio, protagoniste di degustazioni e tasting con vini premiati e curiosità enogastronomiche.

I sapori e le letture

Non mancano gli appuntamenti letterari, in collaborazione con la libreria Feltrinelli di Verona, che domenica 2 aprile entra nel palinsesto della manifestazione con due introduzioni a tema enogastronomico. Roberto Valbuzzi (figlio d’arte e chef del ristorante Crotto Valtellina, oltre che noto volto televisivo) parlerà del suo Cuoco, ristoratore, contadino, edito da Gribaudo (ore 15), mentre Joe Bastianich presenterà il libro Il grande racconto del vino italiano scritto con Tiziano Gaia per Mondadori Electa (ore 19). E la parola passa dai giudici al podio di MasterChef Italia, con Edoardo Franco, vincitore dell’edizione 2023, che lunedì 3 aprile (ore 18) porterà in Piazza dei Signori (Loggia di Fra Giocondo) tutta la grinta di Daje! La mia cucina senza confini, edito da Baldini + Castoldi.

Foto V. F.

Vinitaly and the City sarà aperto con il seguente orario: venerdì 31 marzo 18:00-23:00 (inaugurazione ore 18.00 con Akènta Sub, lo spumante subacqueo della cantina Santa Maria La Palma di Alghero, official wine del fuori salone), sabato 1° aprile 15:00-23:00, domenica 2 aprile 15:00-23:00, lunedì 3 aprile 18:00-23:00. Fino al 30 marzo è possibile acquistare il biglietto (1 calice, 4 token degustazioni, 1 token esperienza e accesso alle lounge dell’evento) in prevendita online al costo di € 16,50; in sede di evento (dal 31/03 al 03/04) si potrà acquistare il biglietto sia al desk in Piazza dei Signori che online al costo di €20.

Vinitaly and the City è organizzato da Veronafiere in collaborazione con Comune di Verona, Provincia di Verona e Fondazione Cariverona. Programma completo, info e shop su www.vinitalyandthecity.com.

Vittorio Ferladi Vittorio Ferla   
I più recenti
Perché negli Usa il vino italiano non è più attraente? Di chi è la colpa e chi si salva
Perché negli Usa il vino italiano non è più attraente? Di chi è la colpa e chi si salva
Fra le alte cime al fresco o nella campagna assolata, o nella penombra di casa. Il Lambrusco...
Fra le alte cime al fresco o nella campagna assolata, o nella penombra di casa. Il Lambrusco...
Francesca Cabras e il vino prodotto con l'Arvesinadu (foto concessa dall'azienda Mulas)
Francesca Cabras e il vino prodotto con l'Arvesinadu (foto concessa dall'azienda Mulas)
A sinistra un dettaglio del papiro con la ricetta (da Instagram), a destra l'assaggio finale della...
A sinistra un dettaglio del papiro con la ricetta (da Instagram), a destra l'assaggio finale della...
Le Rubriche

Cristiano Sanna Martini

In redazione a TiscaliNews dal 2000 si occupa di Attualità, Cultura è Spettacoli...

Vittorio Ferla

Vittorio Ferla, giornalista, co-fondatore di GnamGlam, associazione e magazine...

Alessandra Guigoni

Dottore di ricerca in antropologia culturale. Specializzata in culture...

Francesco Saverio Russo

Francesco Saverio Russo, wine blogger e wine educator è creatore di Wine Blog...

Manuela Vacca

Viaggiatrice e sommelier, come giornalista ha spaziato in ogni settore, inclusa...

Antonio Maria Guerra

Antonio Maria Guerra, food & wine writer, cuoco ("... che bella parola!") e...