Barilla e il video nella tempesta: "Pasta con gli insetti, cominciamo dalla carbonara". "Mangiatevela voi"

Il video della Fondazione affidato al comico Del Grosso fa scoppiare una protesta violenta sui social e provoca la replica del vicepremier Salvini. Come stanno le cose

"Mi hanno detto che le formiche sanno di insetti e i coleotteri di pane integrale". Ed è pure vero che insetti e larve sono normale alimentazione in decine di Paesi, dunque perché non inserirli anche nella pasta? "Un consiglio? Lasciate stare la panna, cercato un insetto che assomigli al guanciale per la carbonara. Ne esistono più di 2000 specie". Il nuovo video della Barilla finisce al centro di una infinità di polemiche, proteste, prese in giro via meme sui social e reazioni politiche di rifiuto, come quella del neo vicepremier e ministro delle Infrastrutture, il leghista Matteo Salvini, che sui suoi social replica: "Mangiatevela voi".

Pasta e insetti, ma il vero "bug" è nel cervello di chi guarda

Il video diffuso dalla Fondazione Barilla ha per protagonista il comico Carmine Del Grosso che da una parte ironizza su come viene preparata la pasta, inclusa la carbonara, in altri Paesi europei che pure hanno già aperto all'alimentazione a base di insetti. Dall'altra fa riflettere sul fatto che questi vengono consumati comunemente in 140 Paesi e che ormai non sono solo una questione alimentare africana o asiatica. Del Grosso sottolinea la bontà della pasta (a cominciare dalla Barilla) e delle ricette tipiche della nostra gastronomia. Ma chi guarda capisce il contrario e sospetta che la Barilla siccome risponde a interessi multinazionali stia aprendo all'uso di insetti abbinati alla sua pasta. E via con una tempesta social, con post indignati di chi giura che non comprerà mai quel marchio di pasta e chi evoca il forum di Davos per mettere Barilla fra i cattivi dell'alimentazione mondiale. Bug in inglese significa insetto, ma bug in informatica segnala un malfunzionamento, e di bug nella comprensione del video Barilla si può senz'altro parlare.

La replica della Fondazione e un po' di fatti

Di fronte all'alzata di scudi contro il video sulla carbonara con gli insetti, e la pessima comprensione dell'ironia usata dal comico ingaggiato dalla Fondazione, Barilla ha dovuto esplicitamente chiarire con un comunicato che non intende affatto lanciare pasta prodotta con farine di insetti. E che "la pasta Barilla continua ad essere prodotta con grano duro 100% italiano". Allarme rientrato? Forse. Il video è stato poi eliminto ma la protesta via social continua. Mentre come abbiamo chiarito qui, l'Ue ha già aperto alla commercializzazione degli insetti per uso alimentare. E che perfino la legge italiana tollera nelle farine un residuo di insetti tritati in mezzo. Da parecchio tempo, ormai. 

Carbonara e le mille variazioni: la sola ricetta originale. Video approfondimento