Tiscali.it
SEGUICI

La cliente che vuole pagare anche quello che chef Usai dimentica di mettere in conto. E lui la premia

di FoodCulture   
Chef Lele Usai (dalla sua pagina Facebook)
Chef Lele Usai (dalla sua pagina Facebook)

Chef Lele Usai è uno che non la manda a dire. Diretto e schietto, finora è passato per essere quello severo che non accetta nel suo locale i "5 0 7 blogger" che volevano mangiare nel suo ristorante promettendo in cambio una recensione. E l'intransigente che non ha paura di chiedere ironico a proposito dei clienti che portano cibo da fuori e chiedono che venga porzionato lì al tavolo: "Se gli applico un fee per il servizio che succede, divento satana e vado al rogo?". Ma c'è anche l'altro lato, e nasce da un errore dello chef e del suo staff.

Mangi di più e paghi di meno ma il conto non torna

La scena si svolge nel bistrot 4112 – Quarantunododici, che sta di fronte all'Isola Sacra sul Tevere. Dove una cliente si è accorta di non aver pagato tutto quello che aveva ordinato e consumato. Di fronte al conto in cui non appariva la voce del vino (a seconda della scelta fatta, una delle più costose fra quelle che compongono il totale) la donna ha telefonato al locale per chiedere come poteva saldare la differenza. E siccome onestà e gentilezza ne richiamano in altrettanta dose, lo chef ha voluto premiarla con un omaggio.

Le parole di chef Usai

Il finale è tutto nel racconto del titolare del ristorante stellato Il Tino e del bistrot 4112: "E comunque c è tanta bella gente in giro, onestà e positiva. Oggi una signora ha chiamato al 4112 per dirci che guardando il conto del pranzo di ieri si è accorta che avevamo dimenticato di segnare la bottiglia di vino, è molto onestamente ci ha chiesto come poteva fare per pagarla. L’abbiamo ringraziata ed ovviamente le abbiamo offerto noi il vino. Grazie di cuore signora, una ventata di aria fresca e positività". 

"Prima pagate poi scrivete": la lezione dello chef agli influencer scrocconi. Leggi qui

 

di FoodCulture   

I più recenti

La vernaccia nera di serrapetrona (foto Alessandroni da Wikipedia/CC) e il Lago di Caccamo, gioiello della zona (Wikipedia)
La vernaccia nera di serrapetrona (foto Alessandroni da Wikipedia/CC) e il Lago di Caccamo, gioiello della zona (Wikipedia)
Francesco Cambria, presidente del Consorzio Etna Doc (foto V. F.)
Francesco Cambria, presidente del Consorzio Etna Doc (foto V. F.)
Spezie provenienti dall'India, un mercato mondiale da 4 miliardi di euro (Shutterstock)
Spezie provenienti dall'India, un mercato mondiale da 4 miliardi di euro (Shutterstock)
Il caffé che arriva nella nostra tazzina: cosa c'è dentro? (montaggio da Shutterstock)
Il caffé che arriva nella nostra tazzina: cosa c'è dentro? (montaggio da Shutterstock)

Le Rubriche

Cristiano Sanna Martini

In redazione a TiscaliNews dal 2000 si occupa di Attualità, Cultura è Spettacoli...

Vittorio Ferla

Vittorio Ferla, giornalista, co-fondatore di GnamGlam, associazione e magazine...

Alessandra Guigoni

Dottore di ricerca in antropologia culturale. Specializzata in culture...

Francesco Saverio Russo

Francesco Saverio Russo, wine blogger e wine educator è creatore di Wine Blog...

Manuela Vacca

Viaggiatrice e sommelier, come giornalista ha spaziato in ogni settore, inclusa...

Antonio Maria Guerra

Antonio Maria Guerra, food & wine writer, cuoco ("... che bella parola!") e...