Tiscali.it
SEGUICI

Pulizie di Primavera fra cibo, frigo, forni e padelle: gli orrori che si scoprono. E come evitarli

Arriva il momento in cui si deve rivoltare e pulire al meglio l'ambiente più frequentato della casa, dispensa inclusa. Le mosse giuste da fare

Lucia Arlandini di Lucia Arlandini   
Cose da fare ed errori da evitare (montaggio di foto Shutterstock)
Cose da fare ed errori da evitare (montaggio di foto Shutterstock)

Come ogni anno è arrivato il momento delle pulizie di Primavera. Iniziamo con il riordino della cucina; in fondo, è il luogo in cui si vive più assiduamente. Questa stanza è l’ambiente della casa più complesso da pulire e sistemare, perciò è anche il più soggetto a sporcarsi; in cucina si vivono i pasti e questo genera quotidianamente residui di cibo che si accumulano, sul pavimento, sul piano cottura, nel lavabo e su tutte le superfici.

Come organizzarsi tra cassetti, utensili ed elettrodomestici

Iniziamo con arieggiare! La primavera è ormai entrata nel vivo: giornate assolate, temperature più miti e grande voglia di rinnovamento. Si aprono le finestre e si lascia entrare il profumo dei fiori e della natura che si risveglia; tutti gli angoli rimasti nascosti nelle buie giornate invernali avrebbero bisogno di una nuova ventata di ossigeno!

Proseguiamo con i cassetti degli utensili da cucina e delle pentole e padelle. Tirate tutto fuori dai cassetti in modo da avere la situazione sott’occhio; pulite accuratamente l’interno e, se necessario, foderateli con uno strato di carta adesivain modo da non rovinare la superficie e, a questo punto riordinate buttando via il superfluo. Così pure per le pentole e padelle, guardate se ce ne sono graffiate, o rovinate e buttate via quelle che possono esser dannose per la vostra salute.

Quando rimetti mano e occhio alla dispensa

Passate poi alla problematica dispensa. Controllate la scadenza di tutti gli ingredienti prestando particolare attenzione soprattutto a farinee spezie: aprite le confezioni già utilizzate e accertatevi che non ci siano vermetti o farfalline, chiudetele con cura nella loro confezione o trasferitele in contenitori separati ben asciutti e puliti. Controllate tutto lo scatolame e mettete in evidenza quello con la scadenza più ravvicinata. A questo punto dividete i prodotti ancora buoni in base alla tipologia di appartenenza (pasta, scatolame, marmellate, farine, ecc.) e ordinateli nella credenza seguendo questo ordine.

Pulizia degli elettrodomestici. Anche se l’utilizzo frequente ne assicura una pulizia quasi giornaliera, è importante ogni tanto dedicarsi ad una pulita più approfondita. Iniziate dagli elettrodomestici per la colazione: ad esempio, per rimuovere il calcare in eccesso dal bollitore preparate una soluzione con acqua e limone.

Capitolo forno e microonde

Se utilizzate il tostapane, pulite per bene le parti interne eliminando le briciole e lucidate le griglie. E poi pulite il forno e il microonde. Potrete scegliere diversi modi per pulirlo, tutti ugualmente efficaci anche se vi consiglio di usare i metodi più naturali: aceto e acqua, oppure quello con bicarbonato, sale e acqua. Per sgrassare il microonde, invece, riempite un bicchiere di vetro con acqua, succo di limone e un cucchiaino di aceto, mettetelo all’interno e azionate alla temperatura per massima per circa 5 minuti. Quindi, asciugate le superfici interne con un panno pulito.

I posti del freddo: frigorifero e congelatore

Prima di procedere invece al Il frigo dovrete spegnerlo e, soprattutto per il freezer, lasciare che si scongeli almeno in parte. Aiutatevi con una spatola per eliminare il ghiaccio in eccesso e igienizzate tutte le superfici con una spugna imbevuta in acqua calda e aceto. Una volta puliti ricordatevi di aspettare circa un’ora senza aprirli in modo da recuperare la giusta temperatura.

Pulizia delle superfici. Una volta che avrete fatto ordine negli angoli più reconditi della vostra cucina è il momento di dedicarvi alla pulizia di superfici, ripiani e pavimenti. Iniziate dall’altoin modo che la polvere cada sulle parti che dovrete pulire in un secondo momento. Svuotando cestini e contenitori dell’umido, disinfettateli per bene e lasciateli asciugare all’aperto. Il pavimento infine è sempre bene che venga pulito per ultimo: scopa, paletta e infine straccio con acqua, aceto e alcol Aggiungete qualche goccia di olio essenziale per donare una piacevole fragranza di pulito.

 Ora non vi resta che rimboccarvi le  maniche e iniziare le vostre pulizie!

Lucia Arlandini di Lucia Arlandini   
I più recenti
Da sinistra: Leclerc e la sua nuova vita da gelataio e alcuni rivali che hanno appena debuttato...
Da sinistra: Leclerc e la sua nuova vita da gelataio e alcuni rivali che hanno appena debuttato...
Buitoni e Nestlé, i marchi imputati che ora vanno a processo (montaggio da Shutterstock)
Buitoni e Nestlé, i marchi imputati che ora vanno a processo (montaggio da Shutterstock)
Gelato, vacanza, selfie, la combinazione perfetta per moltissime persone (Shutterstock)
Gelato, vacanza, selfie, la combinazione perfetta per moltissime persone (Shutterstock)
Benito Nonino al lavoro alla distillazione della grappa (montaggio da Facebook/Nonino e Shutterstock)
Benito Nonino al lavoro alla distillazione della grappa (montaggio da Facebook/Nonino e Shutterstock)
Le Rubriche

Cristiano Sanna Martini

In redazione a TiscaliNews dal 2000 si occupa di Attualità, Cultura è Spettacoli...

Vittorio Ferla

Vittorio Ferla, giornalista, co-fondatore di GnamGlam, associazione e magazine...

Alessandra Guigoni

Dottore di ricerca in antropologia culturale. Specializzata in culture...

Francesco Saverio Russo

Francesco Saverio Russo, wine blogger e wine educator è creatore di Wine Blog...

Manuela Vacca

Viaggiatrice e sommelier, come giornalista ha spaziato in ogni settore, inclusa...

Antonio Maria Guerra

Antonio Maria Guerra, food & wine writer, cuoco ("... che bella parola!") e...