Tiscali.it
SEGUICI

Grana Padano con micro plastica dentro, tramezzini e cereali contaminati via dagli scaffali. Quali sono

In una settimana di avvisi di sicurezza e ritiri che si moiltiplicano, ecco i prodotti alimentari da eliminare o riportare dove li si è comprati. I dati

di FoodCulture   
Grana Padano gratuggiato, quinoa, tramezzini già pronti: i tre prodotti 'stoppati' (immagine simbolica da Shutterstock)
Grana Padano gratuggiato, quinoa, tramezzini già pronti: i tre prodotti "stoppati" (immagine simbolica da Shutterstock)

E' una settimana intensa di richiami alimentari, quella in corso. Tre alert sono stati diramati a comprendere altrettanti prodotti popolari nella grande distribuzione. Il primo è il Grana Padano Doc in vaschetta venduto da Conad e prodotto dalla ditta Ambrosi. I controlli di qualità di Conad hanno evidenziato "la possibile presenza di micro-frammenti di plastica" in mezzo al formaggio grattuggiato. Il lotto in oggetto è il 24149 con scadenza al 15 luglio 2024. E' stato ritirato dagli scaffali, con invito ai consumatori a riportarlo nella sede Conad in cui l'avessero acquistato, dove riceveranno un rimborso o in alternativa la possiibilità di acquistare un prodotto simile senza criticità di sicurezza.

Ancora Conad: via la quinoa bio

Altro richiamo del grande marchio di distribuzione alimentare Conad, riguarda una serie di lotti di cereali, in particolare la quinoa in busta della linea Verso Natura Conad. Per via della presenza di micotossine oltre i limiti consentiti dalla legge. I  lotti oggetto del ritiro sono: lotto 086/24 con TCM 03/2025, lotto 107/24 con TCM 04/2025, lotto 115/24 con TCM 04/2025, lotto 127/24 con TCM 05/2025 e lotto 135/24 con TCM 05/2025. Sono tutti prodotti per conto di Conad da Melandri Gaudenzio Srl. Le micotossine sono composti tossici che infettano la materia prima alimentare prima o dopo il raccolto e possono dare luogo a disturbi gastrointestinali e renali, immunodeficienza fino ad alcune forme tumorali. Anche qui, oltre al blocco della vendita di questi lotti del prodotto, l'invito è a riportarlo se già acquistato nel punto Conad dove è stato comprato, per rimborso o sostituzione.

Quei tramezzini da eliminare

In questi giorni, l'allarme e il blocco commerciale conseguente è scattato anche per i tramezzini preconfezionati della linea Pro venduti dalle catene Decò, Penny Market e Unes che hanno segnalato un lotto contaminato in collaborazione col Ministero della Salute. Si tratta dei sandwich Pro Bresaola, rucola e grana prodotti da Alba tramezzini Spa e contamimati dalla listeria. Il lotto in oggetto è il 4160 con scadenza 26/07/2024. Anche qui, è possibile il rimborso o la sostituzione presso il punto vendita sono stati acquistati i tramezzini preconfezionati. 

di FoodCulture   
I più recenti
Da sinistra: Leclerc e la sua nuova vita da gelataio e alcuni rivali che hanno appena debuttato...
Da sinistra: Leclerc e la sua nuova vita da gelataio e alcuni rivali che hanno appena debuttato...
Buitoni e Nestlé, i marchi imputati che ora vanno a processo (montaggio da Shutterstock)
Buitoni e Nestlé, i marchi imputati che ora vanno a processo (montaggio da Shutterstock)
Gelato, vacanza, selfie, la combinazione perfetta per moltissime persone (Shutterstock)
Gelato, vacanza, selfie, la combinazione perfetta per moltissime persone (Shutterstock)
Benito Nonino al lavoro alla distillazione della grappa (montaggio da Facebook/Nonino e Shutterstock)
Benito Nonino al lavoro alla distillazione della grappa (montaggio da Facebook/Nonino e Shutterstock)
Le Rubriche

Cristiano Sanna Martini

In redazione a TiscaliNews dal 2000 si occupa di Attualità, Cultura è Spettacoli...

Vittorio Ferla

Vittorio Ferla, giornalista, co-fondatore di GnamGlam, associazione e magazine...

Alessandra Guigoni

Dottore di ricerca in antropologia culturale. Specializzata in culture...

Francesco Saverio Russo

Francesco Saverio Russo, wine blogger e wine educator è creatore di Wine Blog...

Manuela Vacca

Viaggiatrice e sommelier, come giornalista ha spaziato in ogni settore, inclusa...

Antonio Maria Guerra

Antonio Maria Guerra, food & wine writer, cuoco ("... che bella parola!") e...