"Mai assaggiato niente di più buono": i piatti preferiti di Bourdain, prima della tragedia

Tre anni fa la morte del cuoco-viaggiatore, improvvisa e dolorosa. Prima, una vita al massimo. Ma quali erano le sue ricette del cuore? Eccole

Anthony Bourdain in azione in cucina (Dal suo profilo Instagram)
Anthony Bourdain in azione in cucina (Dal suo profilo Instagram)
TiscaliNews

Se vuoi sapere cosa accade dentro una cucina mentre tu aspetti i più eleganti e raffinati piatti gourmet comodamente seduto al tuo tavolo, leggi Kitchen Confidential. Racconto di un apprendistato che ha reso Anthony Bourdain non solo un grande cuoco ma anche un instancabile viaggiatore e divulgatore delle cucine di tutto il mondo. Poi la tragedia: l'8 giugno 2018 il 61enne Bourdain veniva trovato senza vita, suicida, nella stanza dell'albergo francese dove era alloggiato mentre lavorava alla produzione del suo nuovo programma tv per la Cnn. All'epoca Anthony Bourdain era impegnato sentimentalmente con Asia Argento, devastata dalla notizia di questa perdita. Come lo sono tuttora milioni di fan in tutto il mondo. E spesso ci si è chiesti, fra le moltissime fatte scoprire al resto del mondo, quali fossero le ricette preferite dello chef-conduttore televisivo. Quali piatti gli dessero piacere e gioia in una vita segnata prima dagli abusi e poi dai su e giù dell'umore. Eccoli.

Bourdain, una vita al massimo

Pasta? Anche, ma in mezzo a piatti particolarissimi

A tre anni dalla morte di Anthony Bourdain è il film documentario Roadrunner a ripercorrerne la straordinaria vita, l'instancabile amore per la gastronomia e le culture di tutto il mondo, e la quasi ossessione per i viaggi. E dentro questi viaggi la gioia del mangiare era centrale. Una scoperta continua. Divisa in due periodi, pre e post paternità. Nella prima fase l'ex cuoco punk e geniale prediligeva gli accostamenti avventurosi. E dunque vai con piatti esotici come l'insalata vietnamita Do Chua. Preparata con scalogno, germogli di erbe orientali, carota, daikon (una variante del rafano sativo, tra l'altro ottimo brucia grassi), uova. Esiste anche in altre composiziono leggermente differenti. Anthony Bourdain adorava il pollo fritto coreano, croccante e saporitissimo. Tagliato in pezzi grandi e insaporito con aglio, peperoncino, pepe rosso macinato, un cucchiaino di sale e una pastella di farina e latticello. Fritto in olio bollente e servito infine con un tritato di cipollotto e semi di sesamo tostati. Lo chef viaggiatore era anche un goloso dell'insalata Acai, composta da frutto dell'Amazzonia mescolato con mirtilli e banane. Poi la nascita della figlia Ariane, e la riscoperta della pasta. Spaghetti che amava preparare con la scorza di limone, e l'amore per le omelette in tutte le loro varianti