Il ristorante italiano che serve carne di orso in spezzatino. Sorpresa e corsa a mangiarlo

In Friuli la riscoperta di questo piatto tipico antico. Ma la caccia all'animale è vietatissima nel nostro Paese. Da dove proviene la carne?

Carne di orso pronta per la cottura. A destra, un esemplare fotografato in Slovenia (Shutterstock)
Carne di orso pronta per la cottura. A destra, un esemplare fotografato in Slovenia (Shutterstock)
TiscaliNews

La cucina di montagna è da sempre contraddistinta dalla selvaggina dai sapori forti, come il cinghiale, il cervo e la lepre. Ora nel menu entra anche la carne di orso. Servita in spezzatino con polenta. A proporla è il ristorante Al Puntic di Molevanas, frazione di Travesio, nella provincia friulana di Pordenone. Ed è un successo, con la corsa a gustare l'orso anche perché il locale non è grandissimo, può servire una trentina di coperti. La domanda è: come è possibile? La caccia all'orso in Italia non è vietata? Da dove viene quella carne. Vediamo in dettaglio.

Due etti e mezzo diciotto euro

Il ristorante friulano aperto quattro anni fa, da un po' inserisce la carne di orso nella sua proposta gastronomica, una porzione da 250 grammi costa 18 euro, in linea con altri piatti tipici realizzati con la selvaggina. Un gusto che, a chi l'ha provata, ricorda quello del cervo ma in modo meno pungente. I ben informati sanno che la carne di orso non è una novità assoluta nel Triveneto, e che per diverso tempo è stata una tipicità sia del Friuli che del Veneto. La proposta si unisce alla scelta di formaggi, altre carni, trippe perfetti per affrontare al caldo e con energia la stagione invernale. Ma da dove viene la carne di orso?

Carne di orso piccante con verdure e salsa, una preparazione tipica rumena (Shutterstock)

Caccia vietatissima in Italia

Nel nostro Paese la caccia all'orso bruno e marsicano, sono vietate. Il motivo è la scarsità di esemplari, ridotti a meno di cento fra l'arco alpino. l'Abruzzo, il Molise e il Lazio. Ma all'estero questa attività è permessa e fra i Paesi che la praticano c'è la Slovenia, proprio al confine col Friuli. Dove quello Stato, le associazioni dei cacciatori e organizzazioni non governative monitorano quanti esemplari è possibile cacciare in base agli oltre 400 in circolazione. Le macellerie slovene vendono la carne d'orso certificata, ma la si può acquistare e cucinare anche se proveniente da Svezia, Croazia e Bulgaria. Carne di orso non italiana quindi, ma proveniente da oltreconfine e preparata in modo tipico. 

Orrore e delizia: di cosa sa la carne di balena. Leggi qui